La nuova vicina

Erano mesi che si sentivano lavori di ristrutturazione nell’appartamento vicino al nostro, vuoto ormai da anni, e che confina con il nostro terrazzo.A metà agosto sembra sia iniziato il trasloco, con questo maledetto caldo….Laura è curiosa di sapere chi saranno i vicini, io spero solo che non facciano casino più di tanto e che non sbircino dal terrazzo.Comunque venerdì scorso suonano alla porta.Apro. Una splendida ragazza mora sulla porta mi si presenta.

-Buon giorno sono Yala, sono la tua nuova vicina di casa, scusa se disturbo ma i ragazzi del trasloco sono andati via e avrei bisogno possibilmente di un piccolo aiutino per portare 2 o 3 scatoloni.

-Oddio, mi si aprono scenari immaginari infiniti….

Ho quasi un erezione a vederla sulla porta, shorts di jeans cortissimi sopra ad un paio di gambe slanciate e abbronzatissime, maglietta grigia senza maniche, due seni stupendi sotto e un’invitantissima macchia di sudore proprio in mezzo ai seni.Rimango un po’ impietrito, solo la voce di Laura che chiede chi è mi fa tornare sulla terra.Mi presento, chiamo Laura per presentare Yala. Anche mia moglie ha più o meno la stessa reazione, e forse la controlla anche peggio. Che figura abbiamo fatto con la ragazza, chissà che penserà di noi. Comunque ovviamente vado ad aiutare Yala con i cartoni….Entro nella casa nuova, appoggio il primo, poi il secondo e infine il terzo.Sono sudatissimo anch’io, la maglietta mi si appiccica al petto….Passando Yala mi guarda con un sorrisetto malizioso, scontra il cartone più in alto che cade e si apre….La prima cosa che vedo fuori è un bellissimo paio di manette, un grosso vibratore e una scatola di candele.Yale, cerca frettolosamente di chiudere lo scatolone, diventa rosso fuoco…

– Tranquilla, sono adulto, non mi scandalizzo di nulla…., se non ti serve più niente vado a farmi una doccia.

Yala, con lo sguardo rivolto al pavimento, mi ringrazia e saluta. Entro a casa, già mezzo eccitato e racconto tutto a Laura.La sera dopo Yala ci invita a cena per ringraziarmi dell’aiuto. Portiamo un paio di bottiglie di champagne e uno splendido mazzo di rose.Laura, come al solito, si veste super sexy, minigonna vertiginosa, camicetta di seta leggermente trasparente e un paio di stivali estivi con tacco vertiginoso. Yala, a metà cena, cerca di spiegare del perché del contenuto.

Laura le dice che non è importante, ognuno ha i suoi vizi, non c’è nulla da spiegare, vivi e lascia vivere. Yala si tranquillizza, si rilassa…Com’è bella però, vestita candidamente con un vestitino di lino color sabbia, cammina scalza, su due piedini meravigliosi, capelli lunghi e neri, un seno che dice solo baciami….Però adesso la nostra splendida vicina vuole sapere i nostri vizi, e vuole assolutamente raccontare i suoi…Mamma mia che serata eccitante che stà diventando.Laura come una brava maestrina racconta le nostre cose, la nostra voglia di regalarci l’un l’altro qualsiasi fantasia, qualsiasi gioco erotico per mantenere vivo il desiderio. Yala è eccitata, la casa nuova, i vicini aperti, lo champagne….A Yala piace essere sottomessa, ce lo dice speranzosa, vuole inaugurare la casa stasera…..Laura come al solito capisce tutto al volo….Si alza e senza dire nulla, veloce come una gatta, riesce ad ammanettare Yala alla sedia.La mia splendida puttanella si era portata delle manette da casa, il mio regalo da San Marino….Con un paio di forbici taglia in due il suo vestitino, la lascia nuda, legata alla sedia con le braccia piegate dietro alla schiena. Con calma le lega anche le caviglie.Viene da me, si toglie velocemente la minigonna, mi sbottona i pantaloni e vedendo che avevo già il cazzo durissimo mi sale sopra infilandosi il mio cazzo…Ma lo fa da girata, vuole guardare Yala mentre si fa scopare da me….Ha un orgasmo violentissimo dopo poco… chissà che fantasie si stà costruendo nella testa…..Soddisfatta per il suo aperitivo sessuale, Laura si alza, lasciandomi con il cazzo eretto come un palo…Yala è sorpresa, eccitata e parecchio incuriosita da quella sua nuova vicina di casa che sembra essere un angelo….Mia moglie la guarda, è in piedi di fronte a lei…. Prende una candela accesa e inizia a versargli la cera calda sul corpo….Yala emette sospiri di dolore, ma le dice di continuare…..Sembra un bignè glassato, la cera solidificandosi le copre praticaemnte tuto il ventre….Laura le stà strizzando i capezzoli, forte forse troppo….A Yala piace però, vuole ancora di più…..Si prende un paio di schiaffi, quasi mi dispiace vedere il suo viso così bello arrossirsi per questo….Laura inizia a giocare con la sua fica dopo averle tagliato via gli slip….È bagnata marcia, le dita affusolate di Laura entrano ed escono velocissime.Laura la slega, la trascina nel salotto per i capelli, la butta a terra con cattiveria. Ma questa voglia di dominazione dove l’ha scovata Laura?????? Yala è a terra, una cagnetta indifesa…..senza nessuna richiesta si mette a leccare gli stivali di Laura….Che spettacolo che mi stò godendo…..Lecca tacchi, gambe, fica… ha dei fremiti ogni tanto, soprattutto dopo aver ricevuto qualche schiaffo…Scopatela per bene nella fica adesso, mi dice Laura. La metto a 4 zampe, infilo il cazzo nella fica bagnatissima per lubrificarlo, con le mani allargo le chiappe e lo infilo in culo senza delicatezza. Yale si sente sfondare, urla di dolore, ma invece di ricevere conforto femminile si prende un altro schiaffo. Laura si mette con la fica sulla sua bocca, io dietro a stantufargli il culo…..Poi Laura si toglie, indossa uno strep, si siede sul divano e sempre tirandole i capelli la fa salire a cavalcioni su di lei. Che bello spettacolo vedere Laura che si scopa Yala. Il culo è ancora dilatato, non ci metto molto a infilargli di nuovo il cazzo….Ce la stiamo scopando in due, La ura le strizza ancora i capezzoli….Io stò per esplodere, Laura mi dice di venire sul pavimento…..Schizzo forte e tanto….. come ria pro gli occhi vedo Yala con la lingua che lecca il pavimento e Laura che le schiaccia la testa in basso con la mano….lecca tutta da brava cagnolina……..ecco fatto, di nuovo tutto pulito….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *