La migliore inculata

Che ne dite della foto di oggi? Una delle migliori inculate che abbie visto in vita mia. La foto è fatta bene, dalla prospettiva dell’inculatore. Si vede che è amatoriale ma questo rende ancora più eccitante il tutto: pensiamo alla troietta che si fa inculare dal fidanzato e che si apre il culo per rendere la penetrazione più facile e più profonda. Pensiamo che questa troietta ce la potremmo incontrare dovunque, all’università come in ufficio. E magari quando la vediamo tutta sorridente ha ancora pieno il culo dello sperma del suo fidanzato o, ancora più probabile, di qualche amico da cui se lo fa mettere nel culo.

Perché dico che l’inculata è più probabile da un amico che dal fidanzato? Perché questo genere di giovani troiette ci tengono a presentarsi ai legittimi fidanzati come delle santarelline. Poi però quando si tratta di prendere il cazzo in culo non guardano letteralmente in faccia a nessuno: immigrati, disadattati, drogati tutti vanno bene. Anzi, quanto più l’inculatore è in basso nella scala sociale, tanto più la troietta gode a prenderlo nel culo. E spesso lo fa anche senza preservativo, con il rischio che l’ignaro fidanzato si veda contagiato da qualche strana malattia sessualmente trasmissibile.
Con il fidanzato il sesso, ammesso che ci sia, è fatto con l’inserimento della punta del pene (la punta eh, non tutto) nella vagina. E il povero fidanzato non ha il permesso di venire dentro, deve tirarlo fuori per tempo e venire in un fazzolletto di carta. Non può venire nemmeno sul corpo della troietta, pensate un po’.

Io ho avuto a che fare con un paio di queste troiette e ovviamente ho sempre utilizzato il preservativo. Ve lo consiglio. Un culo da spaccare va sempre bene, ma farsi contagiare una malattia da una puttana che va con gli immigrati è da stupidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *